COMMISSIONE RISORSE: LA DISERZIONE DELLA MAGGIORANZA

 

4 settembre 2010

Ieri sera i Consiglieri di maggioranza hanno disertato la riunione della Commissione Risorse, convocata da Pietro Moro per esaminare il bando per l'assegnazione del servizio di distribuzione del gas sul territorio comunale. La questione aveva un poco movimentato l'estate, perché dopo aver assunto l'impegno a effettuare un passaggio in commissione prima della pubblicazione del bando, l'Amministrazione ha deciso con la consueta arroganza di non onorare l'impegno e procedere comunque; è rimasta sorda alle proteste e agli appelli dell'opposizione, fino a indurre i consiglieri di maggioranza a disertare la riunione di ieri sera sotto il risibile pretesto di un presunto rischio di "turbativa d'asta".

Era presente soltanto l'Assessore Rossi, che ha ascoltato le proteste dei consiglieri di opposizione, dapprima pazientemente e poi con crescente fastidio, giunto al culmine nel momento in cui mi ha sentito affermare che ormai a Rozzano l'opposizione ha a disposizione solo la via giudiziaria per farsi sentire, e che è inaccettabile il livello di ingerenza della dirigenza, che segue le proprie logiche senza tener minimamente conto dell'esigenza politica di rispettare le procedure concordate.

Delle difficoltà che questo modo di procedere crea alla stessa maggioranza, non ci può importare nulla: della lesione del nostro diritto alla partecipazione attiva all'amministrazione della Città, invece, ci interessa parecchio; e ci disgusta il comportamento dei consiglieri di maggioranza, che si rendono, senza alcuno scrupolo, complici di simili prevaricazioni, dimenticando che quando si calpesta la dignità del Consiglio Comunale si offende tanto l'opposizione quanto la maggioranza: ma dubito che gliene importi qualcosa.