MARCO PARMA - Via Tito Speri 2/D - Sesto Ulteriano - 20098 SAN GIULIANO MILANESE MI

tel. 0298289040 - 03356191079

 

Al Signor SINDACO

Alla GIUNTA COMUNALE

Ai CONSIGLIERI COMUNALI

del Comune di SAN GIULIANO MILANESE

 

 Sesto Ulteriano, 6 gennaio 2001

 

 Egregio Signor Sindaco, Signori Assessori, Signori Consiglieri,

Ho saputo che l'Amministrazione si accinge a inserire fra le "tariffe" in vigore nell'anno 2001 anche una singolare tassa, destinata a colpire nella misura fissa di Lire 100.000 tutti coloro che richiederanno di celebrare in Comune il proprio matrimonio civile nella giornata di sabato.

Poiché il gettito che è lecito attendersi è nell'ordine dei 4-5 milioni di lire (del tutto ininfluente, quindi per le casse comunali), le sole valutazioni che si possono proporre hanno carattere politico; non voglio infatti pensare che l'obiettivo sia quello di non disturbare di sabato gli assessori e i dipendenti: gli addetti allo Stato Civile, peraltro, già sono presenti per obbligo di legge. E dal punto di vista politico, non si può che constatare con una certa preoccupazione l'imposizione di una "tariffa" su un servizio istituzionale di tanta delicatezza ed importanza: vi è l'intento di dissuadere i cittadini dal celebrare civilmente le proprie nozze? Qualche parroco ha accusato il Comune di concorrenza sleale?

Si tratterebbe, in questo caso, di un vero e proprio vulnus inferto al principio di laicità dell'Amministrazione.

Se le ragioni non fossero queste, peggio ancora, perché allora ci troveremmo di fronte alla manifestazione di un atteggiamento gratuitamente e inutilmente vessatorio nei confronti di cittadini che richiedono soltanto ciò che è loro dovuto per legge e usufruiscono di un servizio che non comporta per il Comune alcun costo aggiuntivo, tale da giustificare la richiesta di un corrispettivo.

Mi permetto pertanto di richiedere alle SS.LL. l'abolizione di questa "tariffa", in forza delle motivazioni sopra esposte.

Distinti saluti.

Marco Parma